Attrazioni italiane

Le maggiori attrazioni dell’Italia

L’Italia, conosciuta anche come il Belpaese, è una penisola che ha lasciato un’impronta unica sulla cultura dell’Occidente. Questo, per via della storia, della cultura, ma anche della cucina (la più esportata al mondo).

La capitale, Roma, è il centro da cui è partita quasi tutta la storia occidentale: dal Medioevo, poi, ospita la sede Papale nel Vaticano, noto anche per i capolavori di Michelangelo.

Vaticano, Roma

Segue il Sud, con Napoli, una volta sede dei Re Angioini e centro del Regno delle due Sicilie, a cui si è sempre contrapposta la Sicilia, un tempo territorio aragonese.

Al nord, invece, sono importantissime Venezia e Milano, per ragioni che andremo a vedere subito nei prossimi paragrafi.

Cosa vedere al Nord dell’ Italia

Partendo dal  Nord della penisola, le maggiori attrazioni si concentrano a Milano ed a Venezia.

Il capoluogo lombardo, Milano, è capitale mondiale della moda e del design, nonché sede della Borsa Italiana. Oltre al centro cittadino, in cui è possibile visitare la Galleria Vittorio Emanuele II – archetipo del commercio sin dall’800, le principali attrazioni sono sicuramente Il Duomo, in stile gotico, cui segue il convento di Santa Maria delle Grazie. Proprio lì, infatti, si trova “L’Ultima Cena” di Leonardo da Vinci. Sempre per gli appassionati dell’arte, una tappa obbligata è la Pinacoteca di Brera. Se volete andare a teatro, invece, ricordiamo che è proprio a Milano che si trova il Teatro alla Scala.

Duomo di Milano

Venezia, invece, capoluogo veneto, non è da meno. La città è interamente costruita su più di 100 isole all’interno di una laguna ed affaccia nel mare Adriatico. È l’unica città in Italia a non possedere strade, ma canali. È proprio il Canal Grande la principale attrazione di Venezia, costeggiato da edifici rinascimentali e gotici. Segue la piazza centrale, piazza San Marco, entro cui si possono osservare i famosissimi mosaici bizantini, e il campanile di San Marco. Ovviamente, per gli amanti dell’arte non si può non visitare la Collezione Peggy Guggenheim.

Per finire, esperienze uniche sono il famoso giro in gondola, spesso abbinato al tour in vaporetto. Se poi volete visitare il capoluogo del Veneto in un particolare periodo, ricordiamo che Venezia è famosissima per il Carnevale.

Venezia, canali

Cosa vedere al Centro dell’ Italia

Al centro dell’Italia, la città che merita tantissimo è proprio la capitale, Roma. La sua storia risale a quasi 3000 anni fa: è per questo che non possiamo non consigliare la visita al Foro romano e al Colosseo, due antiche rovine dell’Impero romano.

Segue  la Città del Vaticano, sede della Chiesa Cattolica, in cui potete trovare in primo luogo la Basilica di San Pietro e, per gli appassionati dell’arte, i Musei Vaticani. Qui potrete vedere dal vivo la Cappella Sistina e gli affreschi di Michelangelo, che la hanno resa celebre in tutto il mondo. Per gli accessi, si consiglia la prenotazione online (salta la fila).

Il Colosseo

Sempre al Centro dell’Italia, potete visitare la bellissima regione della Toscana, il cui emblema artistico e culturale è Firenze.

Nel fiorentino, le principali attrazioni sono anzitutto la Galleria degli Uffizi, sede di importantissimi capolavori come La Primavera  o La nascita di Venere, entrambi di Botticelli. Segue il Duomo: la Chiesa di Santa Maria del Fiore è naturalmente famosa per la cupola del Brunelleschi. Ancora, Piazza della Signoria, accessibile dai vicoli in cui è possibile ammirare il mercato del porcellino. E poi, quale migliore posto se non Firenze per assaggiare una buona bistecca fiorentina?

Ponte vecchio, Firenze

Menzione a parte merita la Sardegna, sicuramente famosa per le sue spiagge bianche e il mare cristallino, ma meritevole anche dal lato artistico. In particolare si citano i Bastioni di Cagliari.

Ovviamente, una tappa obbligatoria è quella delle escursioni tra i nuraghe, opere in pietra la cui origine e il significato sono ancora oggi sconosciuti.

Cosa vedere al Sud

Per concludere, il Sud. I principali poli attrattivi di questa meravigliosa parte dell’Italia si concentrano tra la Campania e la Sicilia, passando per i trulli della Puglia e il Salento.

Partendo dalla Campania, come non citare Napoli. Dal Vesuvio, che si impone su tutta la città partenopea, a Mergellina, in cui si possono affittare i risciò e pedalare per tutta la zona portuense (fino al Maschio Angioino), Napoli è tutta da vivere. A livello culinario, poi, è la regina della pizza, ma anche del fritto: tipici i friarielli, la frittata di pasta; concludiamo con i dolci, il cui emblema sono le sfogliatelle, la frolla e la riccia.

La Campania, però, non è solo Napoli: è anche Ischia, Capri, la Costiera Amalfitana, in cui potete assaggiare il famosissimo Gnocco alla sorrentina, sulle note di Torna a Surrient’.

Il Vesuvio

Finiamo con la parte geograficamente più estrema della penisola: la Sicilia. Terra famosa per le arancine al ragù , i cannoli e la cassata, è un polo artistico importante. Storicamente è stata sede degli Aragonesi ed ora i due centri culturali maggiori sono rappresentati dalle rivali Catania e Palermo, di cui potete visitare le Cattedrali.

Da non sottovalutare, però, anche Agrigento, famosissima per la Valle dei Templi, un parco archeologico patrimonio UNESCO. Qui sono conservati una serie di templi dorici del periodo ellenico, corrispondenti poi all’antica Akragas, il nucleo originario della stessa Agrigento.

Valle dei Templi